Da Instagram alla Magnum Photos. La storia di Matt Black, il fotografo che racconta la povertá in Am


Matt Black e' un fotografo americano che vive nella Central Valley, la quinta area metropolitana piú povera degli Stati Uniti, una scheggia di povertá incastonata fra la ricchezza della Silicon Valley e di Hollywood.

Per molti anni Matt Black ha documentato e studiato le interconessioni fra agricoltura e immigrazione alla base della povertá della questa vasta regione californiana, e nel 2015 ha lanciato un progetto su Instagram, The Geography of Poverty, che lo ha portato alla ribalta della fotografia mondiale: alla fine del 2014 e' stato nominato come fotografo Instagram dell'anno dal Time, e nel 2015 é diventato fotografo associato della Magnum Photos.

The Geography of Poverty é un documetario digitale che combina fotografie geolocalizzate e dati statistici, che hanno consentito al fotografo americano di tracciare una vera e propria mappa digitale della povertá negli Stati Uniti. Il progetto, inzialmente focalizzato sulla Central Valley, nel 2015 si é allargato a tutti gli Stati Uniti, che Matt Black ha attraversato fermandosi in tutte quelle localita' dove il tasso di povertá supera il 20% , la soglia ufficiale per dichiarare un'area "povera" . Comunitá completamente abbandonate e rimosse dalla coscienza collettiva della prima potenza economica del mondo. " Mi sembra impossibile che questo itinerario possa anche solo esistere. Puoi letteralmente attravesare tutti gli Stati Uniti, coast to coast, fermandoti solo in queste "aree povere". Sono letteralmente ovunque, e nessuno ne parla", racconta Matt Black.

Il suo profilo Instagram oggi conta quasi 200.000 follower e dal 2015 collabora con Magnum.

Mappa del viaggio di Matt Black attraversop le aree povere degli Stati Uniti

#fotograficontemporanei

Biografie
Post Consigliati