Libri di fotografia : Genesi di Sebastiao Salgado

June 18, 2019

 

 

Genesi è l’ultimo libro di fotografia di Sebastiao Salgado, un capolavoro del fotografo brasiliano dedicato alla bellezza ancestrale del nostro pianeta.

 

Il libro, una delle pietre miliari della fotografia contemporanea, è il frutto di un momento di svolta nel percorso ed umano e professionale di Salgado.

 

Dopo 3 decenni  dedicati con successo al reportage sociale, duranti i quali aveva messo al centro della sua ricerca fotografica le ragioni economiche e sociali alla base dell’ estrema povertà del “Sud del mondo”, decide di spostare la propria attenzione sull’ambiente e sulla natura.

 

 

 

 

A questo punto della sua carriera, Salgado era già un fotogiornalista di fama mondiale ed aveva pubblicato volumi fondamentali della storia della fotografia, come La mano dell’uomo, Exodus e Sahel, ma non si era mai cimentato nella fotografia naturalistica.

 

Una svolta drammatica nella sua carriera quindi, oltretutto sconsigliata da parenti ed amici, che tuttavia Salgado intraprende con entusiasmo , anche sull’onda di un’ evoluzione personale raccontata da Wim Wenders nel bellissimo documentario Il sale della Terra.

 

Il fotografo, ormai provato dalla lunga esposizione alle peggiori catastrofi umanitarie, è infatti nel pieno di una profonda crisi personale e professionale, e quasi sul punto di abbandonare la fotografia. " Quello che ho visto durante il genocidio ruandese mi ha fatto perdere la fede nell'uomo e nel mondo. Alla fine di questo percorso stavo male, la mia salute era a pezzi", racconta a Mario Calabresi nel libro A occhi aperti.  

 

E’ in questo contesto di crisi che nasce il progetto Genesi, nel quale Salgado sposta l’oggetto della propria fotografia dall’uomo alla natura. Anche se in maniera diversa, l’uomo contemporaneo  gioca un ruolo centrale nella fotografia naturalistica di Salgado:  utilizzando un approccio inverso, immortala scene che raccontano la Terra nel suo stato primordiale, prima di essere “contaminata” dagli effetti dell’uomo: la Genesi della Terra, appunto.

 

Genesi è un progetto fotografico frutto di 8 anni di viaggi durante i quali Salgado effettua 32 spedizioni fotografiche toccando gli angoli più remoti del Pianeta, dove la natura è ancora

incontaminata e uomini ed animali vivono ancora in uno stato non intaccato dalla cosiddetta società civile.

 

Dall’Amazzonia alle Galapagos, dall’ Africa alla Patagonia, dal Polo Nord al Polo Sud, le fotografie di Salgado, nel bianco e nero tipico del fotografo, ritraggono foreste, ghiacciai, deserti e vulcani dove uomini e animali vivono in una dimensione ancestrale, in totale sintonia con la natura e gli elementi. 

 

In linea con l’impegno ambientalista di Salgado, lo scopo di questo meraviglioso libro è di testimoniare l’incredibile bellezza della natura e dell’uomo nella loro dimensione più autentica, in maniera da proteggerla e passarla in eredità alle generazioni future.

Le foto scattate durante questi 8 anni, sono state selezionate e curate dalla moglie di Salgado Lèila Wanick, e raccolte nel libro Genesi, uno splendido volume di 520 pagine di fotografie impattanti e poetiche suddivise in 5 sezioni: il pianeta sud, i santuari della natura, l’Africa, il grande Nord e l’Amazzonia.

 

 

 

Il libro che è stato accolto con molto clamore anche grazie al documentario di Wim Wenders, è un volume di una bellezza straordinaria, che non può mancare nelle librerie degli appassionati di fotografia. E’ facilmente reperibile su Amazon ad un prezzo di circa 40 Euro.

Please reload

Biografie
Post Consigliati
Please reload