Isabel Muñoz, la sensualitá del corpo umano

March 7, 2016

 

Isabel Muñoz nasce a Barcellona nel 1951 ed all’etá di vent’anni si trasferisce a Madrid per dedicarsi allo studio della fotografia. Il suo sogno d’infanzia era quello di diventare una ballerina, per cui i suoi primi lavori sono dedicati al ballo, ed in particolare al tango. Fin dagli esordi emerge quello che sará l’oggetto di tutta sua ricerca fotografica : Il corpo umano, di cui Isabel Muñoz coglie con particolare maestria la sensualitá, la sinuositá dei movimenti, l’armonia delle forme ma anche i significati culturali ed antropologici.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro di Isabel Muñoz é caratterizzato dall’ utilizzo della stampa al platino, una tecnica appresa durante un periodo ( dal 1982 al 1986) trascorso a New York per studiare presso la Visual Studios. Questa tecnica  consiste nel realizzare gli scatti direttamente in negativo e spalmare sulla carta fotografica una soluzione di platino. Successivamente  i negativi vengono fatti aderire alla carta ed esposti alla luce. La carta viene poi  sviluppata e lavata in grandi vasche. Questa tecnica conferisce alle fotografie un’ampiezza di toni e una qualitá dei dettagli non riproducibili con nessun altro metodo.

 

 

 

 

I libri Tango e Flamengo sono considerati il punto di partenza della sua ininterrotta ricerca sul ruolo del corpo umano nelle diverse societa’. La sua attenzione successivamente si sposta  sui ballerini khmer della Cambogia, sui guerrieri etiopi, su toreri, su bambini affamati, su monaci guerrieri, dimostrando sempre una straordinaria capacitá di cogliere la bellezza del corpo umano.

 

 

 

 

 

 

 

Per un lista di libri di fotografia consigliati di Isabel Muñoz clicca qui

 

Per una lista generale di libri di fotografia consigliati clicca qui

 

 

Please reload

Biografie
Post Consigliati
Please reload